Corso Galileo Ferraris 78 - Torino
Lun - Ven : 09:30 - 18:30
Telefono: +39 340 852 1506 - info@noemizirpoli.it

Cronaca Pop

Close
Telefono: +39 340 852 1506 - info@noemizirpoli.it
Lun - Ven : 09:30 - 18:30

Cronaca Pop - Ovvero la storia dell'ingegnere che parlava con un pesce rosso

Il 28 marzo scorso ho avuto il piacere di partecipare alla presentazione ufficiale di “Cronaca Pop, ovvero l’ingegnere che parlava con un pesce rosso” un libro che contiene i contribuiti di molti tra coloro che a vario titolo contribuiscono al successo di Widiba e che ora è distribuito dalla Feltrinelli.

 

Per esperienza personale sono grata a Widiba per essere capace di creare valore laddove molte altre realtà si limitano a spostarlo. La trovo una bella storia di coraggio: questa banca sta riuscendo ad affermarsi nascendo in condizioni di mercato sfavorevoli e riuscendo a scovare del potenziale anche in chi da altre parti non sarebbe stato valorizzato.

Allo stesso tempo, questa occasione è stata utile per comprendere di essere anche parte di qualcosa di più grande che non avevo ancora messo totalmente a fuoco: della realtà bancaria avevo vissuto, ovviamente, la parte di rete finanziaria, con tutti i suoi usi, ambizioni e illusioni e dolorosamente, come in tutte le professioni, anche disillusioni; ma tutto il resto era rimasto un po’ sui margini, mentre quel “resto” è stato il cuore pulsante del suo sviluppo, prima ancora dell’arrivo dei consulenti.

 

Attraverso la narrazione dei vari avvenimenti succeduti nei sei anni di vita di Widiba, mi sono accorta che c’è molto di più di quel che pensassi, e non solo per il lavoro dei dipendenti, già di per sé mastodontico, ma anche di alcune figure esterne che ne hanno seguito e documentato le varie tappe, tra cui Michela, che ho ritrovato sorridente e calorosa come l’ho conosciuta, e che con la sua ormai per me solita efficienza ha già scritto di questa serata: una No Ordinary influencer, in una No ordinary Bank, tanto per riprendere lo slogan di Widiba, che poi uno slogan non è.

Conoscere i percorsi di crescita di chi ne fa parte e i punti di svolta inaspettati, mi ha motivata ulteriormente; si è trattato di un incrocio di progetti personali in sviluppo che portato quella proverbiale “boccata di aria fresca” che ci vuole dopo un po’ che ti accorgi di stare annaspando.

 

Widiba non è una banca “strillata” ad ogni angolo di strada e in televisione tramite pubblicità, ma la si trova in libreria e su questi social che per me sono sempre più autenticamente un mezzo di aggiornamento e connessione “selettiva”, e ne sono molto contenta. Arrivano prima le persone, poi lei, ma lei c’è ed è un onore farne parte attivamente.

Per saperne di più del libro

https://www.widiba.it/campagna/storypop